Agevolazioni e detrazioni

Tornare a gioire della semplicità di sentire è un diritto per tutti i Clienti. Per questo motivo, supportiamo i Clienti nell’usufruire delle agevolazioni messe a disposizione dai molteplici enti dislocati sul territorio nazionale.

Servizio Sanitario Nazionale

Il Servizio Sanitario Nazionale mette a disposizione di tutti gli assistiti la possibilità di beneficiare di due modalità distinte dell’agevolazione sull’acquisto di una soluzione acustica.
Vediamole nel dettaglio:
-Fornitura di una soluzione acustica analogica gratuita, interamente finanziata dall’ASL.
-Finanziamento sull’acquisto di una soluzione acustica maggiormente tecnologica e che meglio risponde alle esigenze di ascolto dell’assistito, comunemente definito “riconducibilità”, lasciando al Cliente l’impegno a corrispondere l’eventuale differenza residua di prezzo.

Prima di poter richiedere il supporto da parte del Sistema Sanitario Nazionale, è necessario sincerarsi di essere in possesso di uno o più requisiti tra quelli elencati di seguito:

  • Tutti i Clienti in età minorile, senza vincoli sul tipo di abbassamento della sensibilità.
  • Tutti gli assistiti in possesso di invalidità civile o superiore al 34%.
  • Tutti gli assistiti in possesso di invalidità civile per ipoacusia.
  • Tutti gli assistiti in possesso di invalidità di guerra e/o di servizio.

Per ottenere l’invalidità civile è necessario completare tutti i passaggi sottostanti:

  1. Chiedere al proprio Medico di Medicina Generale una impegnativa per poter effettuare una visita Otorinolaringoiatra e un esame audiometrico presso una struttura accreditata dal Servizio Sanitario Nazionale
  2. Confermata la perdita uditiva dal Medico Otorinolaringoiatra, recarsi dal proprio Medico di Medicina Generale con i referti entro massimo 6 mesi, e chiedere che venga trasmessa la richiesta telematica di “Invalidità Civile” per l’udito e tutte le altre eventuali patologie
  3. Entro massimo 30 giorni dalla visita con il proprio Medico di Medicina Generale, recarsi presso un patronato CAF/ACLI con i seguenti documenti:

    -Certificato di trasmissione telematica del proprio Medico di Medicina Generale
    -fotocopia della carta di identità
    -fotocopia del codice fiscale
    -fotocopia della tessera sanitaria
    -referti della visita ORL più recente
    -referti di altre eventuali visite che potrebbero concorrere alla percentuale di invalidità totale
    -precedente verbale di invalidità

    per prenotare la visita con la commissione medica dell’INPS che assegnerà il gradi di invalidità (questo può essere compreso tra 0 e 100%)

     

    (Clicca QUI per trovare la sede più vicina)

  4. Entro qualche mese riceverà, presso l’indirizzo di residenza/domicilio, la lettera di convocazione presso la commissione medica dell’INPS con indicato il giorno e l’ora.

  5. Una volta effettuata la visita con la commissione medica e approvata la pratica, entro 90 giorni riceverete il “Certificato di Invalidità Civile”.

Dopo essersi sincerati di soddisfare tutti i requisiti minimi per poter avanzare la richiesta di contribuzione, è necessario seguire un percorso preciso fornendo al tempo stesso una documentazione esaustiva che confermi di essere in possesso di tali requisiti:

  • Recarsi dal proprio Medico di Medicina Generale chiedendo la ricetta per prenotare una visita con un medico Otorinolaringoiatrica per una “Visita ORL” ed “Esame audiometrico per prescrizione delle protesiche acustiche”.
  • Prenotare, presso lo sportello CUP più vicino, una visita specialistica presso una struttura ospedaliera convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale fornendo impegnativa del medico di base, copia del certificato di invalidità e tessera sanitaria (Clicca QUI per i numeri accedere ai numeri della ULSS 3 – Serenissima).
  • Prenotare un primo appuntamento completo presso i centri acustici Gaudeo-Sentirai perché.
    In sede di primo appuntamento, grazie a un progetto d’ascolto consolidato, sceglieremo insieme l’apparecchio acustico più adatto alle specifiche esigenze e ricevere, così, preventivo di spesa corredato di scheda tecnica da presentare al Medico ORL in sede di appuntamento.
  • Durante l’appuntamento con il medico Otorinolaringoiatra, ricordarsi di presentarsi con la dichiarazione originale di invalidità civile e i documenti rilasciati dall’Audioprotesista.
  • Recarsi con tutta la documentazione collezionata all’Ufficio Protesi del Sistema Sanitario Nazionale più vicino per consegnare ufficialmente la richiesta di contribuzione consegnando i seguenti documenti:

    – Prescrizione del medico Otorinolaringoiatra ed esame audiometrico, in originale
    – Preventivo di spesa fornito dall’Audioprotesista.
    – Fotocopia del certificato di invalidità civile
    – Fotocopia della tessera sanitaria in corso di validità
    – Certificato di residenza (o autocertificazione)
    – Esito positivo della verifica tecnica di congruità dei dispositivi

    (Clicca QUI per i numeri accedere ai numeri della ULSS 3 – Serenissima)

  • Solamente dopo la ricezione dell’esito positivo dalla commissione dell’Ufficio Protesi territoriale, tornare presso il centro acustico di fiducia per completare l’applicazione delle soluzioni acustiche.
  • Affinché sia possibile verbalizzare l’effettivo beneficio apportato dai dispositivi, come ultimo passaggio, dovrà chiedere una impegnativa la proprio Medico di Medicina Generale per “Collaudo protesi” quindi prenotare un appuntamento presso la struttura ospedaliera accreditata per effettuare la suddetta visita

    (Clicca QUI per i numeri accedere ai numeri della ULSS 3 – Serenissima).

A inizio del paragrafo abbiamo parlato delle modalità delle quali si avvale il Servizio Sanitario Nazionale per supportare l’assistito nell’acquisto di una soluzione acustica, ora entriamo più nello specifico di quanto ammonta, in termini economici, tale contribuzione.
Essa si divide come segue:

  • Fornitura di un apparecchio acustico analogico completamente gratuito, corrispondente a un livello tecnologico “Essenziale”, il quale migliora esigenze di vita molto semplici come la conversazione tra due persone in un ambiente privo di rumore circostante.
  • Erogazione di un contributo economico a partire da circa €500, ad apparecchio acustico, che agevola il Cliente nell’acquisto di una soluzione maggiormente performante e che soddisfi esigenze di ascolto maggiormente sfidanti.

    (Clicca QUI per prendere visione del Nomenclatore Tariffario Nazionale che definisce i prezzi e i requisiti di tutte le protesi sanitarie)

Previa autorizzazione da parte della ULSS di competenza, la possibilità di acquistare nuovamente un apparecchio acustico beneficiando del contributo del SSN viene concesso a partire dal quinto anno rispetto alla precedente emissione del contributo.

Le informazioni sopracitate sono disciplinate dal Nomenclatore Tariffario, strumento previsto dall’art. n. 26 della legge 833, 23.12.1978; pertanto, possono cambiare in base alla territorialità dell’ULSS.
Verificate insieme agli Audioprotesisti dei centri acustici “Gaudeo-Sentirai perché”, o contattate direttamente l’ufficio ASL territoriale, quali siano i requisiti, l’iter e i benefici contributivi.

INAIL

Così come il SSN mette a disposizione degli assistiti la possibilità di beneficiare di un acquisto agevolato, anche l’INAIL mette a disposizione il suo. Vediamo nel dettaglio:
-Fornitura di una soluzione acustica analogica gratuita, interamente finanziata dall’INAIL.
-Contribuzione sull’acquisto di una soluzione acustica maggiormente tecnologica e che meglio risponda alle esigenze di ascolto dell’assistito, comunemente definito “riconducibilità”, lasciando al Cliente l’impegno a corrispondere l’eventuale differenza residua di prezzo.

Prima di poter richiedere il supporto da parte dell’INAIL, è necessario sincerarsi di essere in possesso di uno o più requisiti tra quelli elencati di seguito.

  • Tutti gli assistiti con invalidità lavorativa INAIL per menomazioni fisiche e/o psichiche conseguenti ad infortunio sul lavoro o malattia professionale.
  • Essere in possesso della prescrizione medica del proprio medico curante.Preventivo di spesa e certificazione di conformità da parte dell’azienda fornitrice dei dispositivi**.

Dopo essersi sincerati di soddisfare tutti i requisiti minimi per poter avanzare la richiesta di contribuzione, è necessario seguire un percorso preciso fornendo al tempo stesso una documentazione esaustiva che confermi di essere in possesso dei requisiti sopra indicati.

  • Per prima cosa, il Cliente dovrà chiamare il numero di riferimento INAIL, fornito direttamente dal proprio Audioprotesista, per prenotare un appuntamento per una visita completa con un medico otorinolaringoiatra abilitato al fine di ottenere una fornitura protesica (o rinnovare una pre-esistente).
  • Successivamente alla visita e con l’autorizzazione del medico INAIL, il Cliente dovrà tornare dall’Audioprotesista che, sulla base di quanto prescritto dal medico INAIL, fornirà le soluzioni più adatte alle sue esigenze.
  • Successivamente all’applicazione delle soluzioni acustiche, sarà necessario prenotare un appuntamento di collaudo con il medico abilitato INAIL.
  • In sede di appuntamento sarà necessario presentare alla commissione i seguenti documenti:
    – “Scheda progetto” e collaudo audioprotesico, compilate in tutte le sue parti dall’Audioprotesista.
    – Preventivo di spesa.
  • L’iter di considera concluso solamente dopo la ricezione dell’esito positivo dalla commissione INAIL.

Gli uffici INAIL hanno una propria suddivisione dei contributi, che si basa sul livello di abbassamento della sensibilità uditiva.
Queste categorie vengono identificate da una lettera, che può essere: A, B, C, D, E o F; i cui valori economici partono da circa €500 fino ad arrivare a circa €2000.
Compreso all’interno della fornitura agevolata è previsto l’insieme dei servizi necessari che l’Audioprotesista abilitato deve erogare per poter migliorare l’udito del Cliente.

Previa autorizzazione da parte della commissione INAIL, il rinnovo di una nuova fornitura viene concesso successivamente al sesto anno rispetto alla precedente emissione del contributo.

(*) Le informazioni sopracitate sono disciplinate dal Nomenclatore Tariffario, strumento previsto dall’art. n. 26 della legge 833, 23.12.1978; pertanto, possono cambiare in base alla territorialità dell’INAIL.
Verificate insieme agli Audioprotesisti dei centri acustici “Gaudeo-Sentirai perché”, o contattate direttamente l’ufficio INAIL territoriale, quali siano i requisiti, l’iter e i benefici contributivi.

Assicurazioni private

Sicuramente uno dei trend in maggiore crescita grazie alla crescente attenzione delle aziende private verso la salute dei propri dipendenti, così come la necessità di avere sempre maggiori certezze in ambito sanitario da parte del singolo privato cittadino.
Qualora un Cliente sia in possesso di una assicurazione sanitaria privata che figura, tra le coperture dei sinistri, la riabilitazione dell’udito, potrà beneficiare di una agevolazione sull’acquisto di una soluzione acustica nella modalità e di importo pari a quanto stipulato in fase di definizione della polizza tra il Cliente stesso e il Broker finanziario.

Prima di poter richiedere il supporto contributivo da parte dell’istituto assicurativo, è necessario che il Cliente si sinceri di essere in possesso di uno o più requisiti tra quelli richiesti dalla società assicuratrice.
Per farlo, il nostro suggerimento è quello di contattare il Broker di fiducia dell’istituto assicurativo che vi ha seguito durante la definizione della polizza.

Dopo essersi sincerati di soddisfare tutti i requisiti minimi per poter avanzare la richiesta di contribuzione, contattando il Broker e l’Audioprotesista di fiducia, è necessario seguire un percorso preciso fornendo al tempo stesso una documentazione esaustiva che confermi di essere in possesso di tali requisiti nelle modalità indicate dall’istituto assicurativo.

Ancora una volta non è tra le nostre competenze rispondere in maniera puntuale che vada bene per tutti i possibili Clienti, infatti, per poter identificare l’importo esatto della contribuzione di cui poter beneficiare per l’acquisto di una soluzione acustica è necessario contattare il proprio Broker assicurativo di fiducia che vi ha seguito durante la stipula della polizza.
In linea generale, l’ammontare della contribuzione viene calcolato sulla base di un insieme di variabili: tipologia della polizza, investimento economico della polizza, integrazione da parte dell’azienda lavorativa, ecc definite al momento della sottoscrizione.

Annuale dichiarazione dei redditi

Tutti i centri “Gaudeo-Sentirai perché” oltre a stipulare costantemente convenzioni con gli istituti maggiormente autoritari sul territorio nazionale, si impegna nel fornire puntualmente la documentazione utile per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali derivanti dall’acquisto di una soluzione acustica.
Come qualsiasi altro dispositivo medico in possesso delle relative certificazione, e corredato di regolare prova di acquisto, permette ai Clienti di portare in detrazione le spese sostenute tramite dichiarazione dei redditi (730 o UNICO) beneficiando di un recupero fiscale pari al 19% della spesa sostenuta.

È necessario, in sede di dichiarazione annuale dei redditi, presentare al proprio commercialista oppure agli uffici preposti (es. Patronati o CAF) tutta le fatture delle spese sostenute per le soluzioni acustiche e gli accessori a esse correlati.
Sarà poi cura del commercialista, o della figura preposta, compilare la documentazione e trasmetterla all’Agenzia delle Entrate per ricevere il rimborso nei tempi e modalità previste.

(*) Le informazioni sopracitate possono cambiare in base alla propria posizione fiscale e al professionista al quale ci si rivolge.
Verificate insieme agli Audioprotesisti dei centri acustici “Gaudeo-Sentirai perché”, o contattate direttamente il Commercialista/Ufficio preposto, quali siano i requisiti, l’iter e i benefici.

Gli Audioprotesisti dei centri acustici “Gaudeo-Sentirai perché” sono sempre disponibili nel fornirti una consulenza per la corretta gestione delle pratiche, degli iter operativi e per ulteriori utili informazioni.